Anna Bazzurri

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

* 1838 circa Melide TI, † (ignoto). Nata Rusconi.

Il debutto ufficiale si registra con La sonnambula (Amina) di Bellini e nel ruolo-titolo di Lucia di Lammermoor di Donizetti sulle scene milanesi del Teatro di Santa Radegonda nei primi mesi del 1858. A Milano studia con il maestro Visoni che la introduce nei salotti aristocratici dove viene apprezzata sia per le doti vocali di soprano leggero sia per l’avvenenza: per la stagione autunnale della Scala viene ingaggiata a partire dal 23 ottobre per diciannove recite di Norma di Bellini come Adalgisa, ruolo che replicherà nel gennaio del 1859 alla Fenice di Venezia. In primavera passa sulle scene veneziane del San Benedetto interpretandovi Lucia, La sonnambula e, per la prima volta, Beatrice di Tenda di Bellini nel ruolo-titolo. Nella primavera 1860 canta a Lubiana e nel carnevale del 1860-61 si produce a Brescia ne L’Ebreo (Leyla) di Giuseppe Apolloni e in Giovanna di Fiandra di Carlo Boniforti. Nel 1861 a Piacenza annette al proprio repertorio un ulteriore spartito belliniano, I puritani (Elvira), mentre nel 1862 a Mirandola canta in Vittor Pisani di Achille Peri. Nello stesso anno, a Malta, è protagonista della Lucrezia Borgia di Donizetti, personaggio che rivela la sua nuova propensione verso ruoli "spinti" di soprano "sfogato" che predispongono all’imminente accostamento ad eroine verdiane quali Gilda di Rigoletto, Giselda de I lombardi alla prima crociata, Elvira di Ernani, Leonora de Il trovatore. Tornata alla Scala di Milano per alcune recite di Marta (Enrichetta) di Flotow nell’ottobre del 1862, nel successivo carnevale del 1863 appare ingaggiata a Bilbao (Spagna) e, durante l’estate, a Lima (Perù) dove al tempo militano vari musicofili europei (Carlo Enrique Pasta, Antonio Neumane, Claudio Rebagliatti e Humberto Casoratti) in qualità di impresari e vivaci organizzatori di spettacoli. Nella capitale peruviana ottiene un successo sensazionale, ampiamente recensito nelle cronache teatrali del tempo. Fra le numerose opere interpretate anche Faust di Gounod e Norma - questa volta nella parte della protagonista - di Bellini. Nella stagione invernale del 1863-64 appare nuovamente ingaggiata per le scene del Teatro Principal di Lima, ma a partire da questa data se ne perdono completamente le tracce.

Bibliografia

  • "La Gazzetta dei Teatri", 14 ottobre 1863;
  • "La Gazzetta Ticinese", 29.1.1858, 6.11.1858, 26.7.1861, 26.11.1862, 19.10.1863.


Autrice: Giorgio Appolonia



Fonte:

Appolonia, Giorgio: Anna Bazzurri, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 1, pp. 137–138.