Diego Gaffuri

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

* 15.1.1937 Como (I).

Comincia la sua attività artistica allo Stabile di Como, una cooperativa fondata e diretta da Bernardo Malacrida (El nost Milan - I Sciuri di Carlo Bertolazzi, 1974, nel ruolo del marchese Riccardo di Rivalta). All’inizio degli anni Settanta inizia la sua collaborazione con la →Radio e →Televisione della Svizzera Italiana (RTSI), dove svolge attività di doppiatore, attore, regista di lavori radiofonici. Nell’ambito delle tournée RTSI è il primo portantino e il primo violinista ne Le preziose ridicole di Molière (Acquarossa, Cinema-Teatro Blenio, 1976), per la regia di Mirto Storni; Alessandro nel Troilo e Cressida di Shakespeare diretto da →Alberto Canetta (Lugano, Auditorio RSI, 1977); per i Concerti Pubblici RSI (sempre all’Auditorio di Lugano), sotto la direzione di →Adalberto Andreani, è Creonte in Edipo a Colono di Sofocle/Rossini e Malgai nella lettura a leggio di Corruzione al palazzo di giustizia di Ugo Betti (1977). Per il →Teatro della Svizzera Italiana è Vito Tümpel ne La brocca rotta di Heinrich von Kleist (Locarno, Aula Magna Liceo Morettina, 1985), regia di →Sandro Bertossa. Importanti le sue collaborazioni con il ciclo pasquale →Vesperali, presso la cattedrale di Lugano; si ricordano: Idumeo nella prima assoluta di L’Evento di Italo Alighiero Chiusano (1989, regia di Fabio Calvi); uno dei tentatori e dei cavalieri in Assassinio nella cattedrale di T.S. Eliot (1993), per la regia di Fabio Battistini. Con questo regista interpreta inoltre Padre Spada in Francesco Borromini di →Gabriele Alberto Quadri (Lugano, Cattedrale di San Lorenzo, 1999); per il Teatro dell’Eremo (Leggiuno/Varese), Anna Vercors ne L’Annuncio a Maria di Paul Claudel (1993) e il parroco di Torcy nel Diario di un curato di campagna di Georges Bernanos (1994). G. è attore noto anche per i suoi ruoli nelle commedie e sit-com del →Teatro dialettale alla RTSI. In palcoscenico è diretto da →Sergio Maspoli in Vintmila in crüsca (1981, nel ruolo di Antonio Cereca), Ramina (1983, ol comisari), Ol beléé da Cüragnèla (1984, ol sindigh), tutti al Cinema-Teatro Excelsior di Chiasso. Sempre nel settore dialettale lavora poi con →Vittorio Barino in registrazioni pubbliche al →Teatro Cittadella di Lugano (Quel signore che venne a cena di Hart e Kaufmann, 1989; I surpres dal divorzi di Barino e →Martha Fraccaroli, 1999) ed è Romeo (il morto) in Ul mort in cà di →Flavio Maspoli (Mendrisio, Teatro Admiral, 1999, regia di Barino).



Autrice: Raffaella Fioroni



Fonte:

Fioroni, Raffaella: Diego Gaffuri, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 1, pp. 668–669.

Normdaten