Festival Internazionale del Teatro, Lugano TI

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

Rassegna biennale (annuale 1987-90), teatro per la gioventù, marionette, prosa

Fondato nel 1977 dalla Cooperativa d’Animazione culturale Teatro Panzinis Zirkus (→Teatro Pan), con il nome Giostra del Teatro (conservato fino al 1987). Inizialmente gli spettacoli vengono presentati nell’Aula Magna, atrio e giardino delle Scuole Lambertenghi di Lugano, ma successivamente vengono investiti molti spazi cittadini (all’aperto: Parco Ciani e varie piazze) e sale teatrali quali il →Palazzo dei Congressi, il →Teatro Cittadella (dove si svolge per intero l’edizione del 1985), l’Aula Magna STS di Trevano, lo →Studio Foce e il →Teatro Kursaal (dal 1987), il Teatrino del Centro civico (oggi Università della Svizzera Italiana), il Padiglione Conza e la sala del →Teatro delle Radici; alcune edizioni presentano rappresentazioni anche a Balerna, Bellinzona, Biasca, Giornico, Locarno, Minusio, Muralto, Tenero e, in Italia, a Porlezza. La manifestazione è finanziata dalla Città di Lugano e dal Percento Culturale Migros, con partecipazioni cantonali (Fondo lotteria intercantonale) e della Pro Helvetia. Concepito inizialmente come festival rivolto all’infanzia e alla gioventù, allarga via via i propri orizzonti fino a divenire Festival Internazionale del Teatro alla settima edizione (aprile 1989, preceduta da un’edizione Speciale Africa nel maggio 1988). La prima edizione (3-11 settembre 1977) vede la presentazione di sei spettacoli (tra cui Le roi et les rats del →Théâtre Tel Quel di Losanna, due spettacoli del Teatro del Buratto di Milano e una creazione della Scuola Elementare di Agra), con stage e laboratori rivolti a giovani e adulti. Le iniziative collaterali saranno una costante della rassegna; tra di esse vanno ricordate: il laboratorio teatrale per adulti di →Gérard Bétant (1977), uno stage di Otello Sarzi nel 1979 (cui fa seguito una mostra dedicata al celebre burattinaio, nell’edizione del 1981), la mostra "Una fotografia, un autore" dell’→ASTEJ (1990). Negli anni successivi le proposte spettacolari andranno sempre aumentando, con compagnie svizzere (→Montreurs d’images nel 1979; →Théâtre Am Stram Gram, Genève GE e →Théâtre populaire romand nel 1981, →smomos & smomos theater nel 1983, →Théâtre pour le moment e →Peter Wyssbrod nel 1985, →Philippe Cohen nel 1987 e 1990, il →Teatro Malandro nel 1994, con La visite de la vieille dame di →Friedrich Dürrenmatt), italiane (tra i più noti: il genovese Teatro della Tosse nel 1979, Reimondi&Caporossi e il Teatro dell’Elfo nel 1985, i Sosta Palmizi nel 1990, il Theaterorchestra di Moni Ovadia nel 1994) e internazionali (Teatro U du Cuc, Barcellona, 1979; Compagnia Grande Sognatore, Argentina, 1981; Teatro Mascara, Lisbona, 1983; Orionteatern, Stoccolma, 1987; Glasnost Bigband, Vilnius, 1989; Judith Malina con la Società Teatrale Alfieri di Asti, 1994, l’impareggiabile Les Métamorphoses della tedesca Ilka Schönbein, 1996). Anche le compagnie ticinesi trovano spazio nella rassegna: oltre alle produzioni del Teatro Pan, troviamo il →Teatro Paravento (1983, 1985, 1987, 1989, 1990, 1994), il Gruppo Teatrale Scuole Medie Superiori di →Alberto Canetta (1983), la →Compagnia Teatro Dimitri (1985), il →Teatro Sunil (1987, 1992, 1994), il Teatro delle Radici (1987), →Gardi Hutter (1989), →Ferruccio Cainero (1996), →Markus Zohner (1998). L’edizione del 1988 (VI + 1) è concepita come uno Speciale Africa: oltre a spettacoli provenienti da Costa d’Avorio, Congo, Sudafrica, Tanzania e Mozambico, è da segnalare la presenza del Premio Nobel per la Letteratura Wolhe Soyinka, che tiene una conferenza presso il Palazzo dei Congressi. L’edizione del 1994 (che segna il decennale, 10 + 1) è dedicata al tema del Mediterraneo, con le danze orientali di Badiaa Lemniai (Marocco-Basilea) e il raffinato e doloroso Balkanika dell’italo-greco Alfredo Antonaros. Dopo una pausa di 7 anni, dovuta a carenze logistiche e finanziarie, la XIV edizione è prevista per l’ottobre 2005.

Bibliografia

  • Festival Internazionale del Teatro per Ragazzi e Giovani 1977-1994, Lugano, Teatro Pan, 1994.

Fondi

  • Archivio →TASI, Lugano.


Auteur: Pierre Lepori



Fonte:

Lepori, Pierre: Festival Internazionale del Teatro, Lugano TI, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 1, pp. 579–580.