Filodrammatica Delectando Beneficat, Chiasso TI

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

Compagnia di teatro amatoriale, in lingua italiana

Fondata nel 1918 dal romagnolo Giotto Cambi, debutta il 1o giugno con La Santarellina di Florimond Hervé, presso il locale Politeama. A questo primo spettacolo faranno seguito regolari allestimenti di operetta e teatro leggero, ma anche opere più classiche (Due dozzine di Rose scarlatte di Aldo de Benedetti, 1938). Tra gli spettacoli di maggiore successo la riduzione de I promessi sposi, con scenari disegnati appositamente dal pittore Carlo Basilico (1931) e l’operetta (con protagonisti dai 15 ai 18 anni) La Gondola azzurra di Romolo Corona (1937), presentata anche al →Teatro Kursaal di Lugano e al Teatro Olimpia di Airolo, per cui vengono aperte trattative (poi andate a monte) per una rappresentazione presso lo →Stadttheater di Zurigo. Nel 1932 la compagnia partecipa ad una delle prime realizzazioni di teatro alla →Radio Svizzera Italiana (RSI), recitanto →I maestran di →Ulisse Pocobelli, con musiche di →Arnaldo Filipello. Nel 1932 e 1934 promuove con vasto successo popolare gli "Spettacoli Guglielmo Tell" (→Festspiel nella Svizzera Italiana). Secondo Adolfo Bächtold, segretario della filodrammatica: "La fine del Politeama, il costo eccessivo per l’uso del nuovo Cinema-Teatro (soprattutto per il riscaldamento durante la guerra), l’avvento del cinema sonoro sono state le cause principali che hanno frenato l’attività e che ne hanno decretato la fine" (Sunto della storia della Filodrammatica chiassese, dattiloscritto). Il verbale che ne decreta lo scioglimento ufficiale porta la data del 21 marzo 1955.



Autore: Pierre Lepori



Fonte:

Lepori, Pierre: Filodrammatica Delectando Beneficat, Chiasso TI, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 1, pp. 593–594.