Giovanni Angelo Fraschina

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

* 20.7.1814 Cremona (I), † 15.12.1864 Cremona (I).

Nato da genitori luganesi a Cremona, compie studi in legge a Pavia, Vienna e Parigi. Esercita l’avvocatura a Bosco Luganese e collabora con la redazione dell’"Osservatore del Ceresio"; nel 1854 dirige il quotidiano conservatore "Popolo e Libertà"; dopo il 1856 lo troviamo anche a Parigi. Combattente della prima guerra di indipendenza italiana in Tirolo, si rifugia a Cremona, dove muore tragicamente ucciso per mano fraterna. Giornalista di spirito satirico-polemico, per il palcoscenico scrive le Scene aristoteliche parigine (Milano, Guglielmini, 1853), un volume di Teatro (Cremona, Feraboli, 1856) e Un marito (Milano, Borrini e Scotti, 1856). Eccezion fatta per Un marito, si tratta di scene di teatro a rapido svolgimento, negli ambienti della nobiltà parigina.



Autore: Redazione



Fonte:

Redazione: Giovanni Angelo Fraschina, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 1, p. 626.

Normdaten