Giovanni Giacomo Porro

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

* 1590 circa Lugano TI † 9.1656 Monaco di Baviera (D).

Le prime notizie risalgono al periodo trascorso fra il giugno 1618 e l’autunno del 1623 alla corte torinese dei Savoia, dove svolge mansione di organista ai tempi di Carlo Emanuele I. Lo si ritrova in seguito come maestro di cappella di San Lorenzo in Damaso a Roma e, a partire dal 1626, come organista presso la cappella Giulia in San Pietro fra i collaboratori di Girolamo Frescobaldi. Alla morte di Giacomo Guidi, sopraggiunta il 15 giugno 1630, Porro ne ricopre il ruolo di primo sostituto organista in San Pietro. Mantiene questa carica fino al novembre del 1633, epoca in cui viene ingaggiato presso la cappella di corte di Monaco di Baviera. Scritturatovi ufficialmente nel 1635 come vice maestro, ne diverrà in seguito il titolare assoluto. A Porro si riconosce il merito di aver caldeggiato a Monaco la rappresentazione di melodrammi italiani, ricordandosi il riuscito allestimento de L’arpa festante di Gian Battista Maccioni nel 1653. Dal 1636 al 1653 ha egualmente intrapreso numerosi viaggi nella penisola italica, entrando anche in rapporto d’amicizia con il fisico Galileo Galilei. Alla sua morte la carica di maestro di cappella passerà a Joannes Kaspar Kerll. Notevole la produzione musicale: 32 Messe, 60 Propria, 64 Magnificat, 2 Te Deum, 1 Requiem, 60 Cantiones, 187 Salmi, 208 Antifone, 7 Stabat Mater, 274 mottetti. Il suo catalogo annoverava altresì numerose raccolte di madrigali (circa 200) e altra musica vocale profana destinata alla corte dell’Elettore Bavarese. Tuttavia, fatta eccezione per un numero esiguo di composizioni risalenti al periodo romano fra il 1622 e il 1628, tutto questo materiale è andato perduto.

Bibliografia

  • Hubertus Bolongaro Crevenna, L’ arpa festante: Die Münchner Oper, 1651-1825: Von den Anfängen bis zum Freyschützen, Monaco, Callway, 1963;
  • Carlo Piccardi, Giovanni Giacomo Porro, F. Robbiano e altri musicisti di frontiera, in La musica sacra in Lombardia nella prima metà del Settecento, a cura di Alberto Colzani, Andrea Luppi e Maurizio Padoan, Como, A.M.I.S., 1988;
  • Lovato, La Moderna Musica nell’epistolario di Galileo Galilei: il carteggio con Fulgenzio Micanzio e Giovanni Giacomo Porro, in AA.VV., Musica, scienza e idee nella Serenissima durante il Seicento. Atti del convegno internazionale di studi, a cura di Francesco Passadore e Franco Rossi, Venezia, Edizioni Fondazione Levi, 1996, pp. 151-70.


Autore: Giorgio Appolonia



Fonte:

Appolonia, Giorgio: Giovanni Giacomo Porro, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 2, p. 1427.

Normdaten