Giuseppe Masina

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

* 30.4.1927 Borgo Valsugana (I).

Si forma come tenore a Zurigo dal 1949 (con Alfredo e Cornelio Cairati), città dove risiede tuttora (dopo una parentesi trascorsa a Caslano in Ticino, borgo originario della sua famiglia). Si diploma in canto, nel 1956, presso il Conservatorio di Winterthur. Ancora studente, nel 1953 viene prescelto fra gli artisti invitati ad inaugurare l’emittente televisiva della Svizzera Tedesca. Nel 1956 debutta come Rodolfo nella Bohème di Puccini allo →Stadttheater di San Gallo, sfoggiandovi buona cantabilità italiana, elegante fraseggio ed un folgorante do di petto. Nel 1957-59 è allo Staatstheater di Oldenburg (Henry nella Donna silenziosa di Richard Strauss; Des Grieux nella pucciniana Manon Lescaut). Sarà poi ingaggiato dalla Städtische Bühne di Heidelberg (1959-60) e dalla Städtische Bühne di Münster (1961-63). La sua carriera prosegue come ospite di varie istituzioni, tra cui le →Opernhaus di Zurigo e Stadtthteater di San Gallo (Manon Lescaut di Puccini, 1962), nonché i teatri di Monaco di Baviera, Ulm, Kiel, Wilhelmshaven e Hildesheim. Nel suo repertorio: Ernesto in Don Pasquale di Donizetti, Il Duca di Mantova in Rigoletto, Don Carlo nell’omonimo melodramma di Verdi, Riccardo ne I quattro rusteghi di Ermanno Wolf-Ferrari. Non sono mancate incursioni nel repertorio tedesco e francese: Lyonel in Martha di Flotow, Fenton ne Le allegre comari di Windsor di Otto Nicolai, Schwalb in Mathis der Maler di Paul Hindemith. Dotato di buona disinvoltura anche come attore, è stato brillante interprete in opéra-comiques di Auber (Fra’ Diavolo), in operette di Johann Strauß (Lo zingaro barone), Albert Lortzing (Undine, Zar und Zimmermann) e Franz Lehár (La vedova allegra). Accanto all’attività teatrale, precocemente interrotta sul finire degli anni Settanta, ha coltivato quella concertistica, in particolare presso le sedi radiofoniche di Lugano, Zurigo, Feldkirch. Per l’etichetta Turcaphon ha inciso un recital dal titolo Italienische Arien und Lieder.



Autore: Giorgio Appolonia



Fonte:

Appolonia, Girogio: Giuseppe Maina, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 2, pp. 1195–1196, vedi immagine p. 1195.

Normdaten