Luca Pfaff

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

* 25.8.1944 Olivone TI.

Dopo la maturità classica studia pianoforte e composizione presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano (1969-71), in seguito direzione d’orchestra con Hans Swarowsky a Vienna (1971-74) e con Franco Ferrara a Venezia e Roma, conseguendo il diploma presso l’Accademia di Santa Cecilia. Dal 1986 al 1996 è maestro stabile dell’Orchestra Sinfonica del Reno (Mulhouse) e condirettore dell’Opéra du Rhin (Strasburgo). Dal 1990 al 1994 è stato direttore dell’Ensemble Carme di Milano, con il quale ha svolto un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero. Dirige regolarmente formazioni di grande prestigio quali le Orchestre Nazionali di Francia, Spagna, Belgio, Argentina e Messico, le Filarmoniche di Oslo, Bergen, Stoccolma, Helsinki, Montecarlo, le Orchestre della Monnaie di Bruxelles, della Tonhalle di Zurigo e della Fenice di Venezia, della BBC di Londra e Manchester; inoltre la Northern Philharmonia, la Gulbenkian di Lisbona, l’Ensemble Intercontemporain, la London Sinfonietta, l’Orchestra Regionale Toscana. P. affronta con regolarità il repertorio classico, prediligendo tuttavia autori del ventesimo secolo: Luciano Berio, Sylvano Bussotti, Franco Donatoni, Hans-Werner Henze, Bruno Maderna (Satyricon, Opéra de Montpellier, 1986), René Koering (La marche de Radetzky, Strasburgo, Opéra du Rhin, 1988, prima mondiale), Pascal Dusapin (Roméo et Juliette, Strasburgo, Opéra du Rhin, 1990; versione discografica in Studio, Accord, 1991), Hidehiko Hinohara (La vecchia del sonno, Venezia, Biennale, 1991, prima assoluta), Giorgio Battistelli (Prova d’orchestra, Strasburgo, Opéra du Rhin, 1995, prima assoluta; Impressions d’Afrique, Firenze, Teatro Goldoni, Maggio Musicale Fiorentino, 2000, prima assoluta), György Ligeti (Le grand macabre, Gent/Gand, Belgio, 2000), Thomas Adès (Powder Her Face, Gent/Gand, De Vlaamse Opera, 2002). Per tale specializzazione P. viene regolarmente invitato presso enti che promuovono musica contemporanea: Wien Modern, Biennali di Berlino, Helsinki e Venezia, Festival d’Automne a Parigi, Encontros Gulbenkian de Música Contemporânea di Lisbona, Musica a Strasburgo, Ars Musica a Bruxelles, Festival di Montpellier France Musique, Festival di Lucerna, Festival di Musica Contemporanea presso il Metropolitan Art Space di Tokio (2001). Dal 1997 viene invitato come docente presso master class di perfezionamento in direzione d’orchestra al Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi e presso la Hochschule für Musik di Graz.



Autore: Giorgio Appolonia



Fonte:

Appolonia, Giorgio: Luca Pfaff, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 2, pp. 1401–1402.

Normdaten