Maria Rezzonico

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

* 4.5.1910 Lugano TI, †4.11.2003 Lugano TI.

Inizia le prime collaborazioni alla →Radio Svizzera Italiana (RSI), su invito di Ponziano Benedetti, nel 1935 e diviene ben presto attrice stabile della compagnia di prosa (allora "Gruppo Radioattori") della RSI diretta da →Guido Calgari. Interpreta ruoli di ogni tipo (in 40 anni di attività, qualche migliaio di radiodrammi e commedie), diretta, tra gli altri, da Calgari (Pif di Adriana De Gislimberti, 1939), Giuseppe Galeati, →Romano Calò, →Carlo Castelli (Assassinio nella cattedrale di T.S. Eliot, 1950), →Vittorio Ottino (Le tre sorelle di Čechov, 1965; Le donne a parlamento di Aristofane, 1971), →Alberto Canetta (L’albero dei poveri di Gorkij, 1971), →Ketty Fusco, Italo Alighiero Chiusano. In ruoli di protagonista recita a fianco di grandi nomi del teatro italiano, scritturati dall’ente radiofonico (Renzo Ricci, Alberto Lionello, Annamaria Guarnieri, Ave Ninchi). Attrice principalmente radiofonica, la R. prende parte a spettacoli pubblici patrocinati dalla RSI. Tra le sue partecipazioni: I due timidi di Labiche (regia di Calgari, Chiasso, →Cinema Teatro, 1936); Due dozzine di rose scarlatte di Aldo De Benedetti (regia di Calgari, Lugano, →Teatro Apollo, 1937); Ippolito di Elena Bono (regia di Castelli, Bellinzona, →Teatro Sociale, 1960); Pelléas e Mélisande di Maurice Maeterlinck (regia di Canetta, Lugano, →Teatro Kursaal, 1983); presso l’Auditorio della RSI: Il sentiero di porpora di Maurice Meldon (regia di Castelli, ruolo di Saidbh, 1966), Manfred di Byron con musiche di Schumann (regia di Ottino, ruolo della fata delle Alpi, 1970), Antigone di Sofocle (regia di →Luigi Faloppa, ruolo di Euridice, 1971).



Autrice: Paola Beltrame



Fonte:

Beltrame, Paola: Maria Rezzonico, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 3, pp. 1487–1488, vedi immagine p. 1487.

Normdaten