Markus Zohner

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

* 13.6.1963 Monaco (D).

Segue i corsi della →Scuola Teatro Dimitri dal 1984 al 1987. Nel settembre dello stesso anno fonda la Partner & Partner Theater, dall’anno successivo Markus Zohner Theater Compagnie. Per questa compagnia, con sede a Lugano ma sprovvista di sala propria (le prime ticinesi avvengono spesso allo →Studio Foce), intepreta con Ursina Gregori, Palpitation, una pantomima sul rapporto tra grande e piccolo dai toni surreali (per la regia di Alessandro Marchetti; Grand Prix de la critique et du public, Festival di Vevey, 1989); con Marchetti prosegue, a Milano, la formazione relativa alla commedia dell’Arte. Nel 1988 dirige nel monologo tragicomico O sola mia Patrizia Barbuiani, con la quale nasce una collaborazione di scrittura e interpretazione per gli spettacoli successivi: →Die Geschichte vom Soldaten di →Charles Ferdinand Ramuz e Igor Stravinskij (direzione musicale di Burkhard Kinzler, Freilichtbühne Rittersaal auf Schloss Hellestein, Heidenheim, Germania, 1991), in cui Z. è regista e attore nel ruolo del diavolo; ErotiKomische Geschichten aus 1001 Nacht (1994, versione italiana C’era una volta... Favole dalle mille e una notte, 1993, in collaborazione con la →Radio Svizzera Italiana); Spiriti, draghi e incantesimi (1996, in versione tedesca e italiana); Ha!Hamlet (1997), libero adattamento buffonesco da Shakespeare. Gli spettacoli di Barbuiani e Z. toccano varie città europee (Esposizione Universale di Siviglia nel 1992), dell’Est (Kazakhstan, Kirgizistan, Estonia), del Sudamerica, dell’Africa e del Medioriente (Iran). Nel 1994 presenta la prima regia d’opera, Bastien et Bastienne di Mozart (Festival Mitte Europa). Dal 1993 al 1996 dirige anche alcuni spettacoli per il Jaunais Rigas Teatris (Lettonia), tra cui La visita della vecchia signora di →Friedrich Dürrenmatt e L’Alouette di Jean Anouilh. Successivamente crea, sempre con Patrizia Barbuiani, gli spettacoli: Odyssée (Arogno, Piazza Valecc, 2001), White Cherry Čechov, adattamento in sei lingue del Giardino dei ciliegi di Čechov (Lugano, →Studio Foce, 2003), dove, oltre a Barbuiani e Z., recitano Gabriele Grawe, Stefania Mariani, Kolumbina Vujanovic, Nathan Prentice. Nel 2004 debutta La doppia vita di Hans Christian Andersen, "Una produzione multimediale, multidisciplinare, multilingue, multiforme!", per la regia della sola Barbuiani e l’interpretazione di Stefania Mariani e Nathan Prentice. Dall’agosto 2000 Z. dirige l’Accademia estiva di teatro Markus Zohner, ad Arogno, con corsi di pantomima ed espressione corporea. Nel 2004 è nominato direttore del Theater am Brennpunkt di Baden.

Riconoscimenti

  • Goldener Thunfisch della →ATP (2000),

" Grand Prix del Festival Banaanikala, Tallin (Estonia, 2001),

  • Grand Prix du Public Festival Mala Scena (Croazia, 2002),
  • Grand Prix du Public International Fadjir Theatre Festival (Teheran, 2003 e 2004).


Autrice: Anne Jäggi



Fonte:

Jäggi, Anne: Markus Zohner, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 3, pp. 2152–2153, vedi immagoine p. 2153.

Normdaten