Paolo Belli

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

* 19.10.1947 Lozza (I).

Si avvicina al teatro a Milano, partecipando nel 1969 alla prima stagione del Teatro Uomo (Le Troiane di Euripide, Il cimitero delle automobili di Fernando Arrabal, L’istruttoria di Peter Weiss, regia di Virgilio Bardella). Si laurea in Filosofia (1978) con una tesi su Antonin Artaud e dal 1973 frequenta la scuola del Piccolo Teatro di Milano; partecipa inoltre ai seminari di Ryszard Cieslak (1976). Entrato come attore alla →Radio Svizzera Italiana (RSI), Lugano TI nel 1975 (il lillipuziano in Kasimir e Karoline di Ödön von Horváth), vi svolgerà poi attività di giornalista, con particolare attenzione al teatro e agli argomenti psicanalitici (si specializza come psicoanalista di scuola freudiana). È inoltre critico teatrale per il "Corriere del Ticino" dal 1976 al 1984. Come regista firma lo spettacolo di apertura del →Teatro la Maschera, Lugano TI, Ceneri, di Samuel Beckett (1984), con →Alberto Canetta e →Silli Togni. Nel 1997 gli viene affidato l’incarico di responsabile della produzione di prosa della Rete Due della RSI. Nel 2002 è nominato direttore artistico del rinnovato →Cinema Teatro di Chiasso. All’Università della Svizzera Italiana, facoltà di Scienze della Comunicazione, ha tenuto un seminario sul tema: Voce e testo nel "teatro totale" radiofonico (2002).



Autore: Pierre Lepori



Fonte:

Lepori, Pierre: Paolo Belli, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 1, p. 152.