Rassegna Senza Confini, Lugano/Mendrisio/Chiasso TI e Como (I)

From Theaterlexikon
Jump to: navigation, search

Rassegna annuale transfrontaliera (ottobre/aprile), teatro per la gioventù e l’infanzia

Nasce nell’autunno 1994 dalla collaborazione fra ACP (Associazione Cultura Popolare) di Balerna, Ufficio Cultura della città di Chiasso, Teatro Città Murata di Como e →Teatro Pan di Lugano, compagnie ed enti che già organizzavano spettacoli e manifestazioni per un giovane pubblico. Gli intenti principali della manifestazione – sostenuta dagli enti turistici e dalle varie città, nonché da Pro Helvetia e Coop Cultura - sono la promozione della comunicazione tra generazioni e la sensibilizzazione dei giovani al teatro. Alle rappresentazioni aperte a tutto il pubblico si affiancano rappresentazioni per le scolaresche, laboratori e conferenze. Vengono proposte produzioni svizzere ed italiane, ma anche provenienti da paesi non italofoni (Marocco, Francia, Inghilterra, Slovacchia, Slovenia), indirizzate ad un pubblico tra i 3 e i 14 anni. Tra gli spettacoli presentati si possono ricordare: Le forbici di Andersen del Teatro Due di Brescia (1996), Modeste, Prosper et Parfait del →Théâtre pour enfants de Lausanne (1996), Data di nascita della compagnia milanese Quelli di Grock (1997), Sogno di una notte di mezza estate della compagnia Fata Morgana di Como (1997), Punch and Jude show della compagnia inglese Da Bishop (1998), Il circo delle marionette della compagnia slovacca Tradiche Babkove Divadlo (1998), Brontolio dello sloveno Teatro Parapilù (1999), Diventare grande di Franco Zambelloni e C’era una volta della compagnia ticinese Teatro-Danza di →Tiziana Arnaboldi (1999), Lo sguardo del cielo de I Teatranti di Napoli (2002).



Autore: Claudio Schott



Fonte:

Schott, Claudio: Rassegna Senza Confini, Lugano/Mendrisio/Chiasso TI e Como (I), in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 3, pp. 1463–1464.