Svetlana Winteler

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

* 5.1.1956 Sorengo TI, all’anagrafe S. Nodari-W. Sorella di →Tatiana Winteler, attrice.

Studia a Lugano con Bellinda Wick e, dal 1972, presso la Scuola di Danza del Teatro alla Scala di Milano (diploma nel 1975). Lavora poi, tra gli altri, con Liliana Cosi e Marinel Stefanescu (1975), al Teatro Massimo di Palermo (Rorogigasos, musiche di Girolamo Arrigo e coreografia di Riccardo Nunez, 1977). Ha in seguito danzato al Badisches Staatstheater di Karlsruhe (1977-78, con ruoli di solista), al Teatro Regio di Torino (1978-79) e nella formazione delle Städtische Bühnen di Frankfurt am Main (1979-80), nonché per la ventunesima edizione dei Ganders­heimer Domfestspiele di Bad Gandersheim (Germania). Dal 1980 è ingaggiata allo →Stadttheater di Berna, dove lavora in particolare con →Riccardo Duse (Papillons Pariser Leben, 1980; Aschenbrödel di Prokof’ev, 1981; Fancy Free di Leonard Bern­stein, 1983; Dornröschen di Čajkovskij, 1984; Giselle di Adolphe Adam, 1986; Lo schiaccianoci di Čajkovskij, 1987), Denny Berry (Strawinsky x 5, We Got Rhythm di Gershwin, 1983), Steve Barton (Zergliederung einer Frau di György Ligeti, 1983), Valery Panov e →Ben van Cauwenbergh (Romeo e Giulietta di Prokof’ev, 1991). In seguito si dedica all’insegnamento della danza, a Zurigo.



Autrice: Redazione



Fonte:

Redazione: Svetlana Winteler, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 3, pp. 2108–2109.

Normdaten