Teatro Cittadella 2000, Lugano TI

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

Edificio teatrale, stagioni di prosa e proiezioni cinematografiche

Dapprima Oratorio Festivo legato alla contigua chiesa del Sacro Cuore di Lugano, nel quartiere di Molino Nuovo, la sala viene restaurata nell’autunno del 1961 e riapre i battenti il 30 dicembre (sotto la denominazione Teatro La Cittadella) con La bisbetica domata di Shakespeare, diretta da →Alberto Canetta, segnando l’esordio della →Compagnia Teatro La Cittadella, che si produrrà due volte l’anno (a Pasqua e Natale) fino al 1966. Successivamente accoglie un’attività principalmente cinematografica, pur non mancando di ospitare allestimenti teatrali provenienti dalla →Televisione della Svizzera Italiana (Cecè di Pirandello e Come egli mentì al marito di lei di G.B. Shaw, 1977, regia di Mirto Storni e Franco Thaler; Quel signore che venne a cena di Hart e Kaufmann, 1989, regia di →Vittorio Barino; El casciaball [Il racconta-frottole] di e per la regia di Carlo Mazzarella, 1995), del →Teatro della Svizzera Italiana (Georges Dandin di Molière, 1986, regia di →Mando Bernardinello) e di altre compagnie ticinesi (→Teatro Sunil, →Compagnia Luganoteatro; →Cabaret della Svizzera Italiana). Il →Teatro Pan sfrutta la sede del T.C., a partire dal 1979, per la Giostra del Teatro (→Festival internazionale di teatro) e il →Teatro Antonin Artaud vi svolge due edizioni (1983-84) del →Festival internazionale delle marionette. Dopo una nuova riattazione nel 1989, il T. prende l’attuale denominazione e negli anni ’90 diviene la sede abituale della registrazione pubblica delle tradizionali "Commedie di San Silvestro" della Compagnia del →Teatro dialettale alla RTSI, scritte e dirette da Vittorio Barino e →Martha Fraccaroli (Ol consiglier da stat [Il consigliere di Stato], 1993; I surpres dal divorzi [Le sorprese del divorzio], 1995). Dal 1990 la sala offre ospitalità al Gruppo "I filodrammatici" di Lugano (attivo dal 1983 presso il Centro Giovanile di Vezia), che viene allora ribattezzato Compagnia stabile teatro Cittadella 2000: sotto la direzione di Giorgio Danese, la compagnia produce annualmente allestimenti comici di buon livello (Elena o la gioia di vivere di André Roussin e Madeleine Gray, 1990; Il penultimo scalino di Samy Fayard, 1991; Rumors di Neil Simon, 2003); una seconda compagnia amatoriale, La Bottega del Teatro (diretta da Renata Sottini), vi è attiva dal 2002. Dal 1998, a causa della demolizione della sede tradizionale della centenaria sala del →Teatro Kursaal, il T. accoglie le stagioni teatrali – unicamente basate sull’importazione di spettacoli italiani in tournée – della Città di Lugano.

Dati tecnici

Il T. è ubicato in Corso Elvezia 35 a Lugano. La sala dispone di 431 posti; dimensioni del palco: lar­ghezza 17 m (11 metri, superficie della scena), profondità 7 m (camerini disposti sotto la scena); impianto fonico DolbyDigital Surround-EX a sette canali.



Autore: Pierre Lepori



Fonte:

Lepori, Pierre: Teatro Cittadella 2000, Lugano TI, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 3, p. 1804.