Vittorio Ottino

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

* 12.1.1917 Lugano TI, † 30.5.2001 Lugano TI.

Fino alla quinta elementare studia in casa sotto la guida del professor Amleto Lenzi. Frequenta il ginnasio e il liceo a Lugano, poi due anni di università a Milano e a Friburgo. Nel 1935 esordisce come attore alla →Radio Svizzera Italiana (RSI), con una compagnia studentesca, sotto la direzione di →Guido Calgari, che lo invita a proseguire la sua collaborazione con la RSI. Negli anni seguenti lo ritroviamo in varie produzioni radiofoniche (Pif di Adriana de Gislimberti, accanto a →Maria Rezzonico, 1939). Nel 1945 interrompe la collaborazione con la RSI per un dissidio politico; vi rientra nel 1949, dopo aver esercitato i più svariati mestieri, e nel 1950 ottiene un contratto stabile, iniziando una lunga carriera di attore e regista radiofonico. Tra le sue partecipazioni a spettacoli in palcoscenico si ricordano: Nel profondo mare azzurro di Terence Rattigan (regia di →Carlo Castelli, Lugano, →Teatro Kursaal, 1958), Ippolito di Elena Bono (regia di Castelli, Bellinzona, →Teatro Sociale, 1960), Antigone di Sofocle (regia di →Luigi Faloppa, Lugano, Auditorio RSI, 1971, nel ruolo di Creonte). Sempre all’Auditorio di Lugano, per la stagione dei Concerti pubblici della RSI, nel 1970, cura la regia del Manfred di Byron (con Giorgio Albertazzi e la direzione musicale di →Edwin Loehrer). Nel 1950 scrive Made in USA, un’opera che ottiene una segnalazione al concorso per radiodrammi indetto nello stesso anno dalla RSI e Via dei fiori, atto unico radiotrasmesso per la regia di Castelli. Seguono altre opere originali scritte per la RSI caratterizzate da un linguaggio spoglio e da un tono pessimistico, con iniezioni di umorismo (Ul Veleno, 1952; Il bicchiere della staffa, 1976; Quelli del labirinto, 1980). Nel 1973 si costruiscono le basi per l’istituzione della Sezione Sperimentale del teatro radiofonico, che viene affidata a O . Il 4 marzo dello stesso anno inizia la trasmissione della "Retrospettiva internazionale del Radiodramma", ideata da Carlo Castelli, →Francis Borghi, Dante Raiteri ed O. ne assicura il coordinamento. Nel 1978 ha inoltre pubblicato una raccolta di poesie (Le età uguali, Milano, Edizioni Cavour).



Autore: Roberto Aletti



Fonte:

Aletti, Roberto: Vittorio Ottino, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 2, p. 1363.