Cecilia Scolari

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

* 11.3.1931 Minusio TI, all’anagrafe Cecilia Scolari Fedele. Risiede a Ginevra dal 1964.

Fondatrice e da oltre trent’anni alla guida del →Gruppo Teatrale Cristoforo Colombo, si confronta per la prima volta con la stesura di un testo teatrale nel 1974, con la commedia in 3 atti Per una sogliola alla Curnonsky, trasmessa anche dalla →Radio Svizzera Italiana (RSI). A partire da L’albergo fantasma, scritta nel 1975 ma rappresentata nel 1977, firma tutte le commedie della Compagnia. Trentadue sono i testi teatrali raccolti in due volumi (Arti Grafiche Stephan, Germignaga/Varese, 1983 e 1998). Tra queste ottengono pubblici riconoscimenti l’atto unico Scacco di torre e il radiodramma L’innamorato di Vasti, entrambi andati in onda alla RSI e rispettivamente premiati ai concorsi dell’ASSI (Associazione Scrittori della Svizzera Italiana) nel 1983 e del Lyceum della Svizzera Italiana nel 1987. Da sempre impegnata sul fronte del teatro amatoriale in lingua italiana, dal 1976 al 1993 anima un gruppo teatrale per ragazzi, e nel 1998 crea nell’ambito della sede ginevrina della Pro Ticino (per la quale lavora come insegnante) la compagnia dilettante Il Plenilunio, che debutta l’anno successivo con un suo testo del 1988 (L’elefante che barriva alla luna), di cui cura la regia. È membro dell’ASSI ed ha fatto parte del consiglio amministrativo della →SSA.

Bibliografia

  • Franca Cleis, Ermizia e le altre. (Il percorso della scrittura femminile nella Svizzera Italiana con bibliografia degli scritti e biografie delle autrici), Torino, Rosenberg & Sellier, 1993, pp. 214, 371.


Autrice: Ornella Maspoli



Fonte:

Maspoli, Ornella: Cecilia Scolari, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 3, p. 1666.

Normdaten