Avventure in Elicottero Prodotti (AIEP), Lugano TI

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

Compagnia indipendente di teatro-danza e sperimentazione multimediale

L’AiEP è un’associazione culturale fondata a Lugano nel 1988 da Marcello Mazzella, →Claudio Prati, Carlo Somaini e →Ariella Vidach. Produce spettacoli che propongono forme di interazione tra danza, videoarte, musica elettronica e arte digitale. L’AiEP realizza in media una produzione all’anno, ha una sede propria a Lugano e riceve finanziamenti e sovvenzioni da Canton Ticino, Pro Helvetia, Migros e dalla città di Lugano. Direttori artistici, autori e registi degli spettacoli sono Prati e Vidach; fanno parte della compagnia Marta Molinari, Claudia Pintus, Maria Luisa Buzzi (organizzazione). Spazi di rappresentazione abituali sono teatri e auditori, ma eventi come DRANS dance and drums parade (Bologna, Festival Danza Urbana, Piazza Maggiore, 1998) – che combina danza contemporanea e street dance, strumentazioni elettroniche e ritmi popolari insieme a proiezioni sull’architettura urbana – sono pensati per spazi aperti. Tra gli spettacoli dell’AiEP: SPOTZ (Lugano, Studio Foce, 1988), X-PRAY O LA GIORNATA DI MISS X (Milano, Festival Limitrofie, Teatro Out-Off, 1990), IPERDURI (Milano, Festival Danza e Teatro, Teatro Out-Off, 1992), ELICON SILICON (Arnheim, Festival Audio Visual Experiments, Teatro EDDC Klein Zaal, 1993), Beat BOX, regia di Ariella Vidach (Senago, Festival Corpo e Scena, Villa Borromeo, 1999), OPUS #1 (Lugano, CISA, Festival TI-Danza, 2000), Lab#2 (Hibridome) (Chiasso, →Cinema Teatro, 2005). Segnalazione particolare merita EXP interactive dance performance (Firenze, Festival Disordine delle Arti, Fabbrica Europa, 1996), performance interattiva di danza che utilizza il sistema di realtà virtuale Mandala System. In questo spettacolo i movimenti delle danzatrici, ripresi da 2 telecamere, vengono elaborati in immagini e inseriti in scene virtuali: il corpo crea così la colonna sonora e visiva dello spettacolo. Simile la ricerca condotta su DAiMOCO dance in motion capture, autore e regista Claudio Prati (Mestre, Festival Opera Totale, Teatro Toniolo, 1999), performance che utilizza un sistema di motion capture e sperimenta in tempo reale il rapporto tra la motricità del corpo umano, il suono e l’immagine. Lo spettacolo OPUS # 1, opera interattiva per danzatori, ispirata alla Biblioteca di Babele di Borges, viene presentato nell’ambito della manifestazione "Ticino Informatica" (Lugano, →Palazzo dei Congressi, 2002). Numerose le partecipazioni dell’AiEP a mostre, festival e rassegne di danza che oltre alla Svizzera e all’Italia toccano Francia, Olanda, Slovenia e Macedonia. Membro del →TASI.



Autrice: Paola Beltrame



Fonte:

Beltrame, Paola: Avventure in Elicottero Prodotti (AIEP), Lugano TI, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 1, pp. 95–96.