Antoinette Werner

Aus Theaterlexikon
Wechseln zu: Navigation, Suche

* 21.3.1959 Erstfeld UR.

All’età di tre anni si trasferisce con la famiglia a Bellinzona, dove frequenta la scuola fino alla maturità scientifica. Presso il Conservatorio di Losanna segue il ciclo quadriennale della sezione d’Arte Drammatica (→SPAD) diplomandosi nel 1981. Per il →Teatro della Svizzera Italiana è la domestica Lisa ne La brocca rotta di Heinrich von Kleist, per la regia di →Sandro Bertossa (Locarno, Aula Magna Liceo Morettina, 1985). Nello stesso anno entra a far parte del →Teatro la Maschera di Lugano. Sarà diretta da →Alberto Canetta in Riccardo III di Shakespeare (1985, nel ruolo di un sicario di Clarence), El nost Milan di Carlo Bertolazzi (1986, Coo d’oss), Signorina Giulia di August Strindberg (1986, Kristin) e La leggenda di Ognuno di Hugo von Hofmannsthal (Lugano, →Vesperali, ruolo della moglie del debitore). Partecipa anche a Fruscio d’ombre scritto e diretto da →Andrea Canetta (1986) e a due spettacoli diretti da →Letizia Bolzani: Sarto per signora di Georges Feydeau (1988, ruolo di Yvonne), e La locandiera di Carlo Goldoni (1990, Dejanira). Per il →Teatro Antonin Artaud (presso il →Teatro San Materno di Ascona) interpreta Colombina in Elsinore o il castello di Amleto (1992) e Il Ritorno (1999), di cui è protagonista insieme a →Gianmario Arringa, scritti e diretti da →Michel Poletti. In contemporanea, W. prosegue una carriera di speaker e attrice ai microfoni della →Radio Svizzera Italiana (RSI).



Autrice: Sabrina Faller



Fonte:

Faller, Sabrina: Antoinette Werner, in: Kotte, Andreas (a.c.): Dizionario teatrale Svizzero, Chronos Verlag Zurigo 2005, vol. 3, p. 2082.

Normdaten